Isola dei Famosi

Ore
Torna su
Evoluzione

Evoluzione

I naufraghi continuano ad essere in balìa del maltempo, con Raz Degan e Andrea Marcaccini intenti a rinforzare la capanna per limitare l’ingresso della pioggia. Ma i loro sforzi non passano inosservati: Giulio Base invita gli altri ad applaudire il lavoro dei due compagni, anche se la capanna risulta troppo stretta e riesce a malapena a contenere tutti seduti. Stanchi e affamati, Raz e Andrea chiedono la loro meritata porzione di cibo. Samantha De Grenet, che non può fare a meno di avere tutto sotto controllo, spiega il criterio con cui ha pensato di razionare gli alimenti e contesta persino il modo in cui i ragazzi le aprono la latta di viveri. Massimo Ceccherini sbotta: “Allora ognuno si apra la sua!”. Nel frattempo Moreno, che forse ha avuto un’amnesia temporanea sul meccanismo del gioco, spera di ottenere un cucchiaio per mangiare la sua porzione. Basterà uno sguardo di Nancy Coppola, oggi più agguerrita che mai, a fargli capire di abbassare le pretese. Anche Eva Grimaldi e Raz sono allo stesso punto del giorno prima: mentre lei cerca di intavolare un discorso sul valore energetico del cibo “Questo ci tira su, eh?”, Raz non ha nemmeno più forze per mugugnare e si limita a uno sguardo dubbioso. È ora di dormire, ma Eva e Massimo non riescono a trovar pace sotto la tenda. Il comico toscano contesta la perdita di tempo ed energie dedicate alla costruzione della capanna e promette, qualora restasse, di dare battaglia mangiando il cibo di nascosto e lasciando agli altri “solo le lische”. Eva, lapidaria, dichiara di essere pronta al ritiro. Cause principali, la mancanza di sonno e il freddo.

L’alba di un nuovo, uggioso, giorno sorge su Cayo Paloma, e mentre Massimo prova a pescare, il gran consiglio si riunisce: Eva, Samantha e Nancy commentano la notte appena trascorsa. Eva racconta del suo desiderio, poi svanito, di lasciare il programma e la conduttrice romana fa intendere che farà il possibile per non farla ritirare.  Con le sue mani da chirurgo, Giacomo Urtis intreccia sapientemente le foglie di palma per creare dei cappelli, facendosi aiutare da Dayane Mello. La privazione del sonno sta diventando per alcuni una questione spinosa, e Giulio e Andrea pensano a come allargare la capanna per far sì che possano starci tutti sdraiati. Andrea Marcaccini inizia ad essere stanco, sono due giorni che non riposa. Finalmente ammette che solo pochi di loro si stanno adoperando per la realizzazione della capanna. E mentre gli uomini rimettono mano alla costruzione, Giacomo e Samantha commentano in modo caustico “Bella, bella, ma ci si sta in tre. Ciao!”. Ma questa sintonia durerà poco: di lì a breve Giacomo spiega che, pur andando d’accordo con Samantha, non apprezza il suo fare da maestrina. Secondo il medico, la conduttrice non mira davvero ad aiutare il gruppo, bensì a comandare. Al Cayo nascono le prime alleanze e, conseguentemente, le prime rivalità. Il trio delle comari, formato da Malena e Samantha e capeggiato da una scatenata Nancy Coppola, spara a zero su Nathaly Caldonazzo: “Mangia e dorme, dorme e mangia”, e su Dayane: “Sta sempre nuda”. Una buona notizia per i nostri naufraghi: la pioggia cessa il suo scroscio costante e permette così agli infaticabili Giulio e Andrea di rilassarsi prima della seconda diretta, chi facendo stretching in spiaggia e chi tentando di recuperare a riva il sonno perduto.

Parte il collegamento da Milano e subito Alessia Marcuzzi dà una strigliata ai suoi naufraghi difficili: “Stanotte avete minacciato di andarvene, non può essere il metodo per ottenere qualcosa!”. Eva, sentendosi chiamata in causa, prende la parola: “Condivido il tuo pensiero, io e Massimo abbiamo perso la testa, non abbiamo dormito, ci sentiamo tutti abbandonati”. Dallo studio interviene Vladimir Luxuria, che rimprovera i naufraghi di essere viziati e di vivere l’isola come un albergo, “con caffè e cambio degli asciugamani”. Massimo, piccato, ribatte che per Vladimir è facile parlare da lontano e dovrebbe raggiungerli. L’intervento accorato del comico riscuote molto successo a Cayo Paloma. Ma non è più tempo di polemiche, e l’Isola entra nel vivo. Alessia spiega il meccanismo di quest’anno, uno studio antropologico che prevede un viaggio nelle varie fasi evolutive. Vi saranno due Isole: l’Isola Primitiva, in cui i naufraghi sono sbarcati il primo giorno e dove si vive quasi senza nulla; l’Isola delle Caverne, dotata di un tetto e stadio evolutivo che si raggiunge solo al superamento di alcune prove. Prima dello svolgimento del gioco, Alessia ci ricorda che manca ancora una concorrente all’appello. Chi la spunterà tra Giulia Calcaterra e Desirée Popper? Giulia è ufficialmente una naufraga dell’Isola e viene subito mandata dai compagni per partecipare al gioco evolutivo. Termine di paragone dei naufraghi per questa prima prova, totalmente mnemonica, sarà la Dottoressa Tibi, una scimmia di cui essi ignorano l’esistenza. Chi di loro effettuerà un tempo superiore a quello di Tibi o non porterà a compimento la prova, farà automaticamente ritorno all’Isola Primitiva. La triste sorte di non-evoluti tocca a Andrea, Massimo, Eva e Raz. Al termine della prova, i naufraghi sono chiamati al loro primo ingresso in Palapa. Stefano Bettarini li annuncia solennemente, e una volta accomodati è subito tempo di nomination. Inizia Giacomo Urtis, che dopo aver indossato la collana degli evoluti, nomina Samantha, troppo maestrina. Tocca a Giulio Base, che nomina Dayane, colpevole di essere troppo distante dal gruppo per un’esperienza come questa, in cui l’unione fa la forza. È la volta di Samantha, che sulla stessa scia di Base nomina la modella brasiliana. Vladimir non perde l’occasione per pungolare la conduttrice romana: “A parte dirigere, tu che fai?”
La sequenza di nomination è ben presto interrotta dalla Prova Ricompensa. Scopo del gioco è conquistare delle stuoie per la notte. I naufraghi dovranno correre in mare, riempirsi la bocca con quanta più acqua possibile e portarla lungo un percorso sulla sabbia fino a un recipiente con le tacche. A ogni tacca raggiunta, verrà concessa una stuoia. Il gruppo ottiene quattro stuoie.
Si riprende con le nomination: Dayane sbanca con sei voti, lei vota Samantha. Tra gli evoluti restano Simone che nomina la Caldonazzo e Nathaly che nomina Nancy. Alessia annuncia i non-evoluti: Massimo, Eva, Raz e Andrea. Al quartetto viene chiesto di fare delle nomination palesi, davanti ai loro compagni. Andrea nomina Nancy, Raz fa il nome di Samantha De Grenet, mentre per Ceccherini e Grimaldi è Dayane a dover uscire, perché non aiuta il gruppo. La modella si difende dicendo che a parte gli uomini, nessuno ha fatto molto in questi giorni. Nathaly prende le sue parti spiegando che Dayane è una ragazza molto generosa. In nomination vanno dunque Dayane, con una schiacciante maggioranza di voti, e Samantha. Un’altra beffa attende le due donne: il comitato scientifico ha stabilito che, in virtù della nomination, nonostante siano evolute andranno sull’Isola Primitiva con il quartetto che non ha superato la prova. Per quanto riguarda la ricompensa invece, le 4 stuoie vinte vengono equamente divise tra due spiagge.

Terminata la puntata, i Primitivi fanno ritorno a Cayo Paloma, ed Eva, che solo poche ore prima minacciava il ritiro, sembra rigenerata dall’adrenalina della diretta: “Mo’ ti piego io Isola, come si deve!”. La seconda donna dell’Isola Primitiva, Samantha, commenta a caldo le nomination e si chiede il perché del voto di Raz, che è risultato determinante per mandarla al televoto contro Dayane. Nel frattempo i primitivi realizzano di essere solo sei, la capanna non sarà più stretta e Raz sembra essere finalmente ripagato degli sforzi di due giorni. La terza e ultima donna primitiva, Dayane, si sfoga per gli attacchi subiti. La modella non ci sta  e dice che “non è vero che non ho fatto nulla, è che loro (Malena, Dayane, Samantha, Nancy) hanno fatto il loro gruppetto”. Sta per calare la sera e Raz e Andrea, forti della capanna che li ha protetti nei due giorni precedenti, sanno che i compagni sentiranno la mancanza loro e del loro ingegno. Forse. Perché a un secondo sguardo i due naufraghi si accorgono che la capanna non ha più il telo a ripararli. Sull’isola primitiva le regole sono molto rigide e non si trova nulla, Alessia è stata chiara! Sull’Isola delle Caverne, le aspettative erano più alte. C’è un tetto, sì, ma i nostri naufraghi dovranno fare i conti con la mancanza di cibo, come presto si accorge Giulio Base. Orfani di Raz, è proprio il regista a prendere le redini del gruppo, di cui si dichiara entusiasta. Moreno, in uno slancio di iniziativa sulla nuova Isola, si lancia in un free-style di saluto all’Italia, che conclude la seconda giornata dei nostri isolani.