Isola dei Famosi

Ore
Torna su
La piramide umana

La piramide umana

I naufraghi affrontano una nuova prova ricompensa.

In elicottero, i naufraghi raggiungono il luogo della Prova Ricompensa, dove il nostro inviato Stefano Bettarini è pronto ad accoglierli per spiegare loro il meccanismo del gioco: sugli alberi intorno a loro sono appesi dei totem, ciascun totem corrisponde a una cassa contenente una gustosa ricompensa; l’unico modo per raggiungere il totem è usare il proprio corpo formando delle piramidi umane.
Le ricompense all’interno delle casse sono: un pollo arrosto; patate al forno; profiteroles; polpette al sugo.

Il gruppo, già con l’acquolina in bocca, ha 8 minuti per portare a termine la prova. Stefano dà il via al tempo e Raz Degan da subito dirige le operazioni: uno sopra l’altro alzano Moreno che recupera il primo totem. Gli otto si lanciano con molta eleganza su una cassa piena di polpette, ingurgitandole in serie e nascondendole dentro mutante, calzini e pantaloni.
Il conduttore ricorda loro che il tempo scorre e, a malincuore, viene richiusa la cassa.

La stessa strategia viene utilizzata per il secondo totem: Simone Susinna e Giulio Base ai piedi dell’albero, Raz e Samantha de Grenet come secondo gradino e Moreno l’arrampicatore. Anche la seconda ricompensa è recuperata e dalle urla di Eva Grimaldi si intuisce immediatamente che si tratta di patate arrosto.

Mancano due minuti allo scadere del tempo quando i naufraghi si lanciano sul terzo albero. Ancora una volta Moreno raggiunge il totem e possono tutti riempirsi la bocca (e non solo) di pollo arrosto. Finita la prova, è rimasto fuori solo il premio più succulento: il profiteroles. Stefano comunica, con uno slancio di bontà, che solo quattro di loro potranno mangiare il contenuto dell’ultima cassa.
Tocca a Malena, leader della settimana, scegliere il compagno fortunato che mangerà insieme a lei. La sua preferenza ricade su Nancy Coppola che a sua volta sceglie Simone, il quale, infine, fa il nome di Samantha.

I quattro hanno un minuto di tempo per godersi il banchetto, davanti agli occhi famelici (e invidiosi) degli altri. Intanto Stefano coglie l’occasione per far svuotare gli indumenti a Eva, che trangugia le sue ultime polpette.

Finito il tempo i naufraghi possono tornare agli elicotteri, ma poiché chi non si lecca le dita gode solo a metà, tutti e otto si allontanano leccandosi via la panna a vicenda.