Isola dei Famosi

Ore
Torna su
Ritorna il sereno

Ritorna il sereno

Rivivi tutti gli eventi più importanti della nona settimana dei naufraghi sull'Isola

La penultima settimana dei nostri naufraghi è stata una settimana all’insegna di pace, amore e qualche colpo basso.
Durante la nona diretta Eva Grimaldi e Moreno sono riusciti a guadagnarsi una cassa piena di ortaggi e un coltello. Tornati sulla loro Isola dei Primitivi, festeggiano l’essere rimasti in due, visto il ritiro di Samantha de Grenet.

Anche il resto dei naufraghi rientra sull’Isola Homo Sapiens dopo una puntata piena di colpi di scena. Giulio Base spera che in quest’ultima settimana venga messo da parte ogni dissapore. Secondo Simone Susinna invece una settimana passata a comportarsi bene non può cancellare quelle passate.
Anche Nancy Coppola non si fa abbindolare dall’atteggiamento pacifico di Giulio: “Che vorrebbe fare? Vorrebbe uscire pulito?”. Inoltre parlando dell’esito della diretta, si consola con l’amica Malena ripetendo che la loro strategia era l’unica possibile per non finire in nomination.

La settimana comincia comunque con i migliori propositi, parole d’ordine: “Amore e d’accordo”. Malena e Nancy si rendono finalmente conto di essere semifinaliste, insieme. La loro gioia cozza tuttavia con la tristezza di Giulio per la perdita della sua compagna di gioco: “Il re però è ancora in piedi. Sono sotto scacco, ma da qui la partita è lunga…”.
Raz Degan e Giulio sono infatti i due nominati della settimana e Giulio ne è pienamente orgoglioso: “Almeno se esco, esco col protagonista assoluto” dice a Raz, mentre il sole comincia la sua discesa verso il mare.
Durante la notte Simone e Malena dormono l’una accanto all’altra, Raz e Giulio invece non prendono sonno e si confidano. Giulio era convinto di uscire, ne è rimasto sorpreso… 

Il mattino seguente Giulio ammette di aver dormito poco, ma di essere comunque sereno. “È difficile spiegare da dove nasca questa armonia, sono saltati determinati schemi e si è adattata una nuova pelle a questo gruppo”. 

Abbracci e sorrisi non mancano nemmeno tra i Primitivi. Moreno ed Eva ne approfittano per godersi il Mar dei Caraibi e fare i conti con quello che è stato il loro percorso. Se prima Eva contava impaziente i giorni che la separavano dalla fine della sua permanenza sull’Isola, ora è presa solo da una forte commozione che le riempie gli occhi di lacrime. 

Nancy, Malena e Giulio decidono di andare in escursione sott’acqua, tra gli scogli e godersi la natura che li circonda. Tornati all’accampamento con un bel po’ di lumache e ricci, possono finalmente concedersi un ricco pranzo a base di riso e pesce. L’allegria dilagante ha contagiato anche Raz, il quale compare da dietro un albero urlando a gran voce “Gooood morning Vietnam!”. Ha un dito bendato e sembra più agguerrito del solito.
“Sono il solito gruppo, solo diminuiti. Ma il succo è uguale”. L’atmosfera di pace e amore che gli altri auspicano, non è vivibile secondo il naufrago israeliano. 

Raz si inabissa alla scoperta dei fondali, lasciandosi alle spalle il resto del gruppo. È convinto si stiano arrampicando sugli specchi e, con occhio più cinico che clinico, li schernisce uno per uno, dando loro la caccia come caccia i pesci sott’acqua. Giulio cammina senza la sua regina appoggiandosi a una “cultura” instabile, fatta solo di vecchi libri. Simone invece gli fa tenerezza, è un bravo ragazzo, ma segue solo la mano che gli porge il cibo. Infine le dueNancy e Malena, altro non fanno che snocciolare nomination. “Noi dobbiamo essere ironici, sarcastici e veri” conclude con un sorriso, poco prima che il sole tramonti.

Durante la notte il gruppo è radunato intorno al fuoco e Raz cuoce i pesci che ha pescato durante il giorno. Ne offre uno a Giulio per ringraziarlo dell’essersi caricato di legna, il quale però rifiuta come se avesse accettato. La mattina dopo, mentre Nancy, Malena e Simone ancora dormono, Raz e Giulio si dedicano alla pesca: il primo di pesci, il secondo di granchi. Raz fa notare a Giulio che gli sarebbe convenuto accettare il pesce offertogli la sera prima, un granchio così piccolo non vale niente: “Gli ho dato un pesce, ma non voleva” afferma “perché c’erano loro…”.

Nancy intanto si sveglia con un “Buongiorno! La mia famiglia!” e Raz nello stesso momento riesce a pescare un pesce enorme approfittando di un mare molto ricco. Ancora non ha riportato il pescato all’accampamento, che Giulio lo richiama all’ordine: “Prova!” È giunto il momento di indossare le divise per un nuovo gioco.

Stefano Bettarini spiega ai naufraghi che dovranno attraversare una palude fangosa, recuperare un amuleto alla volta tra quelli appesi in cima a ciascun totem e correre a riporlo nella postazione alle loro spalle. Con quattro minuti di tempo per recuperare il maggior numero di amuleti, possono guadagnarsi una gustosa frittata di patate e cipolle accompagnata da bibite fresche. Recuperando tutti gli amuleti avranno l’intera frittata, con quindici la metà, con dieci solo un quarto.
Raz si ritira subito dalla prova. Preferisce godersi il pesce che ha appena pescato, senza danneggiare la fasciatura che ha al dito. Correndo nel fango gli altri quattro si arrampicano l’uno sull’altro per scalare la pertica e recuperare i primi amuleti. A metà del tempo Malena si sente mancare le forze. Anche gli altri naufraghi accusano la fatica causata dalla difficoltà della prova, e allo scadere del tempo gli amuleti recuperati sono tredici.
Gustandosi il quarto di frittata a testa e una bibita fresca, Simone e Giulio non possono fare a meno di sottolineare che se ci fosse stato Raz sarebbero riusciti a recuperarli tutti. Il naufrago più giovane vorrebbe mangiarsi comunque il resto della frittata, anche a rischio di una punizione, ma Nancy gli ricorda che ci sono delle regole da rispettare.

Raz invece è ancora in vena di prova ricompensa. Con il pescione del mattino sul fuoco, rinominato “Il pesce dei nominati” lancia una sfida a Giulio: può dividersi il pesce con lui senza condividerlo con il resto del gruppo, oppure lasciare che Raz se lo mangi da solo. Raz sa bene che Giulio ha fatto una promessa, quella di mangiare solo il cibo condiviso tra tutti.
“È una mossa da giocatori, è una mossa di chi vuole vincere” commenta Giulio tentato dalla proposta.
“Se sarà sincero mangerà il pesce, se sarà falso starà con loro perché ha paura” asserisce invece il naufrago tentatore.

Re Giulio rifiuta quindi l’offerta, dovrà accontentarsi del granchietto recuperato in mattinata. Per lui sarebbe contraddire due mesi di isola. Raz se ne fa una ragione e chiede anzi a Nancy (detta Nunzia) di cantargli qualcosa di romantico per accompagnare il banchetto solitario. Finisce lui stesso per cantare a squarciagola, mentre si conclude il sessantesimo giorno di permanenza dei naufraghi di Cayo Cochinos.