Isola dei Famosi

Ore
Torna su
Un gruppo che si sgretola

Un gruppo che si sgretola

Una domenica introspettiva fa riflettere i naufraghi sulla loro avventura.

Inizia una nuova giornata carica di nuvole sull’Isola dei Primitivi, dove Moreno riposa appoggiato ad un tronco, e sull’Isola Homo Sapiens, dove Giulio Base e Raz Degan sono già svegli. La notizia dell’allontanamento di Samantha De Grenet arriva anche a Nancy Coppola, che durante la notte ha continuato indisturbata il suo riposo sotto il telo. Samantha, in elicottero, raggiunge l’infermeria per la visita. Il medico afferma, dopo un’ecografia, che si tratta di una colica renale: grazie ad un’adeguata terapia, le cose andranno molto meglio. “Tempo?” chiede Samantha, preoccupata. “Vedremo”, è la laconica risposta.

Nancy Coppola e Eva Grimaldi, che ha intuito che il malessere di Samantha possa essere proprio una colica, si chiedono come stia e addentano controvoglia un cocco “marcio” offerto da Simone Susinna. Raz si avventura nell’entroterra dell’isola, mentre Nancy continua a lamentarsi del cocco, che Simone mangia per fame e che per Eva diventa quasi buono – “Sembra cipolla!” osserva, suggerendo alla cantante sempre più disgustata di mandarlo giù. Raz continua a camminare fino a sbucare di nuovo sulla spiaggia e Simone, memore della breve ma incisiva permanenza del fratello, continua a dedicarsi alla pesca.

Moreno si sveglia: l’assenza di pioggia gli dà energie a sufficienza per invocare a gran voce il sole. Ammette di essere un po’ meteoropatico e scaccia la malinconia citando Neffa – “Oggi non c’è sole intorno a me…”. Riesce ad accendere due fuochi, sfruttando il vento per “far divampare le fiamme” e si augura di riuscire a tenerne acceso almeno uno nonostante la pioggia, mettendoci tutto il suo impegno e il suo cuore.

Quasi come se percepisse la presenza di Moreno, Eva parla con i compagni della possibilità di essere eliminata ma di continuare l’avventura su un’altra isola, se ce ne fosse la possibilità, e promette che, in quel caso, cercherà di farsi notare agitando il suo pareo. Nonostante il tono scherzoso, non è un pensiero abbastanza divertente per distrarre i naufraghi: Malena si sente abbattuta dalla pioggia insistente e sia Eva che Nancy commentano negativamente l’idea di Raz di essersi allontanato da solo dal gruppo con un tempo così sfavorevole. L’israeliano, sebbene bagnato e al freddo, continua a non farsi buttare giù e anzi si gusta l’iniziativa di essersi spostato, in contrasto rispetto agli altri naufraghi che non possono fare altro se non ripararsi sotto al telo. Giulio, addirittura, si immagina i racconti incredibili che porterà Raz una volta tornato – “Adesso torna lui e ha sconfitto un leone con le mani, ha visto un boa e se l’è mangiato”.

Il primo ad accoglierlo al suo rientro è Simone, che gli mostra un mezzo cocco che ha tenuto da parte per lui. La falsità dimostrata da persone come Giulio e Eva gli fa apprezzare il fatto che lui e Raz, invece, si siano sempre detti le cose in faccia. Dopo averlo solo assaggiato, Raz restituisce a Simone il cocco, affermando che è lui ad averne più bisogno. Giulio, ancora sdraiato sotto il telo, rivendica con gli altri il suo ruolo di “intellettuale”, sostenendo che sarebbe noioso stare a guardare solo gente che pesca e non parla mai. Raz in effetti è fuori a pesca ed Eva vorrebbe raggiungerlo, ma tentenna sia per la reazione che secondo lei potrebbe avere l’israeliano, sia per il tempo nient’affatto favorevole. Nel tentativo di asciugare uno dei suoi indumenti, Eva si accorge inoltre di aver bruciato una felpa: è proprio in questo momento che interviene Raz, chiedendo loro perché non vadano a pescare. Voler evitare di bagnarsi non è per lui una buona motivazione – “Siete stati bagnati tutto il giorno” – e apprezza invece il fatto che Simone, intenzionato ad andare, scelga quell’ora della giornata. Lo congeda con un benaugurante “c’è pieno di pesci”, che fa respirare a tutti un po’ di ottimismo in queste lunghe e difficili giornate di pioggia.